domenica 13 maggio 2018

Resident Evil: cosa dobbiamo aspettarci?


Pare che la Constantin Films stia lavorando nuovamente sul brand Resident Evil e che voglia in qualche modo ripartire da zero. Ora, non sappiamo se l'intenzione sia quella del reboot, lasciando che la cara e vecchia (cinematograficamente parlando) Alice interpretata da quella gnoccolona di Milla Jovovich prenda polvere in soffitta o donare continuità alla saga cinematografica più controversa di tutti i tempi videoludici (dite quello che volete ma io i film di RE non riesco proprio a mandarli giù a parte, forse, il primo).
L'idea, che mi vedrebbe totalmente a favore, potrebbe essere quella di una serie tv, che più si addirebbe a una saga così lunga e complessa che, a mio avviso, sul grande schermo ha espresso soltanto l'1% del suo potenziale. Se serie tv sarà, potrebbe essere un'esclusiva Netflix, Infinity o Sky, ma nulla toglie che possano aver pensato a strategie e strade alternative per riportare in vita (capito il gioco di parole?) zombie, Nemesis, lickers e qualsiasi altra bestiaccia uscita dalle provette della Umbrella. Cari amici (A)sociali, fossi in voi mi barricherei in casa per prepararmi all'imminente arrivo di orde di mostri mutanti, ma dimenticavo che voi, dello starsene chiusi in casa, siete dei maestri, ho ragione?
Drizzate le antenne, qui dal mio bunker continuerò a tenervi aggiornati e posso assicurarvi che ho tutto l'armamentario per respingere quei sacchi di carne ambulanti!
Non siate timidi, fatemi sapere cosa ne pensate!

Nessun commento:

Posta un commento

Caro (A)sociale, non inserire link cliccabili se non vuoi che il tuo commento venga eliminato. Evita insulti, parolacce e, in generale, espressione fuori contesto. Siamo dalla stessa parte, no?
Clicca su "Segui" se non vuoi perderti nemmeno un post e... grazie della visita!