mercoledì 16 maggio 2018

Bohemian Rhapsody: il trailer del film sui Queen con Rami Malek nei panni dell'indimenticabile Freddie Mercury


Cari (A)sociali, 

dal titolo, avrete capito che questo trailer non ha bisogno di presentazioni. I Queen sono stati un gruppo che ha segnato un ventennio di storia musicale e, seppure abbiano continuato a suonare fino a una decina di anni fa, per molti fan (me compreso) il gruppo cessò realmente di esistere con la morte del mitico Freddie Mercury, leader della band, avvenuta nel 1991.
Sebbene la band avesse doti musicali innate, infatti, era Freddie Mercury a fare da traino durante le loro esibizioni, con i suoi spettacoli, le sue coreografie, il suo essere stravagante ed eccentrico, le sue doti vocali indiscusse.
Il titolo del film, Bohemian Rhapsody, prende nome da una delle più celebri canzoni dei Queen, che racchiude tutte le qualità di ogni singolo componente del gruppo ed è a oggi considerata tra le migliori 500 canzoni di tutti i tempi.
Dopo varie tribolazioni sulla realizzazione della pellicola (come sempre accade quando si ha sotto le mani un copione di tale portata), cambi in corsa alla regia (da Dexter Fletcher a Bryan Singer, per tornare nuovamente a Fletcher a metà riprese), anche la scelta dell'attore che avrebbe interpretato Freddie Mercury fu particolarmente difficile, passando dal celeberrimo Sacha Baron Cohen (Attore e regista di film come Ali G Inda House, Borat e Brüno) al validissimo Rami Malek, attore giovane e capace reso noto al grande pubblico grazie alla serie tv Mr Robot.
Malek interpreta (magistralmente) il cantante durante i primi quindici anni di carriera dei Queen e sebbene la somiglianza con il Freddie "più giovane" sia notevole, non si può dire altrettanto nella sua interpretazione dieci anni dopo, in cui il viso troppo giovanile dell'attore, nonostante trucco e parrucco, non riesce ad avvicinarsi neanche lontanamente all'aspetto mascolino e rude di Mercury.
Tra canzoni che hanno fatto la storia del rock mondiale e scene che raccontano la vita più intima e privata del gruppo, Bohemian Rhapsody, che uscirà a quasi 27 anni esatti dalla morte di Freddie Mercury, si preannuncia come un must see per tutti coloro che hanno vissuto pienamente un periodo storico fatto di musica, eccessi e idoli consacrati all'eternità.

Nessun commento:

Posta un commento

Caro (A)sociale, non inserire link cliccabili se non vuoi che il tuo commento venga eliminato. Evita insulti, parolacce e, in generale, espressione fuori contesto. Siamo dalla stessa parte, no?
Clicca su "Segui" se non vuoi perderti nemmeno un post e... grazie della visita!