domenica 20 maggio 2018

13 Reasons Why: la seconda stagione su Netflix



Cari (A)sociali, tra le decine e decine di serie tv proposte dalle emittenti televisive, soltanto poche lasciano il segno in quanto a caratterizzazione e temi trattati.
13 Reasons Why (Tredici, in italiano) è una di queste. Pubblicata su Netflix nel 2017, racconta la storia di Hannah Baker, una ragazza che, prima di suicidarsi, decide di registrare i tredici motivi che l'hanno spinta a suicidarsi su altrettanti nastri.
La serie tratta temi delicati e purtroppo molto attuali come lo stupro, il bullismo, l'omosessualità e il suicidio. Per chi ha visto la prima stagione avvertirà ancora il sapore amaro dell'ultima puntata, in cui la scena del suicidio della ragazza è un vero e proprio pugno nello stomaco.
La domanda sorge dunque spontanea: cosa spinge gli autori a sfornare una seconda stagione visto che la prima si era conclusa senza lasciare alcun puntino in sospeso?
Le vicende di 13RW2 sono ambientate qualche mese dopo la fine della prima, con la madre di Hannah, Olivia, che muove un processo contro la scuola della figlia, trasformando la voglia di verità in voglia di giustizia e in un certo senso di vendetta per quanto accaduto.
Le cassette lasciano il posto a tredici polaroid rivelatrici di una verità che qualcuno cerca di celare a tutti i costi. Ecco quindi che la seconda stagione rimescola le carte in tavola e trasforma alcune certezze in mistero, un mistero che sembra voler competere con quello della stagione precedente, senza riuscirci fino in fondo: si ha come la sensazione, infatti, che determinati avvenimenti siano troppo forzati a scapito del realismo.
La triste vicenda che ha portato Hannah al suicidio viene ripercorsa attraverso le deposizioni dei testimoni, dove verità e bugie si intrecciano nel tentativo di nascondere i veri colpevoli.
Anche stavolta saranno trattati temi scottanti per il giovane pubblico a cui è rivolto, gettando un'ombra anche sull'assoluta innocenza della stessa Hannah per quanto accadutole.
Se anche voi volete saperne di più sulle tredici polaroid e sul processo alla Liberty High, non vi resta che andare su Netflix e guardare la seconda stagione di 13 Reasons Why.




"Hai ascoltato la mia storia nel modo in cui io volevo che fosse raccontata,
ma c'è sempre un'altra versione della storia"
Hannah Baker


Nessun commento:

Posta un commento

Caro (A)sociale, non inserire link cliccabili se non vuoi che il tuo commento venga eliminato. Evita insulti, parolacce e, in generale, espressione fuori contesto. Siamo dalla stessa parte, no?
Clicca su "Segui" se non vuoi perderti nemmeno un post e... grazie della visita!